Regole associative

Ricordiamo che solo accettando e condividendo tutte queste regole si potrà accedere a Edernia.

Questo regolamento disciplina modi e comportamenti da tenere durante la vita associativa, disciplinando anche il valore della multa associativa, qualora non vengano rispettati tali punti.

  1. Durante lo svolgersi delle attività, delle riunioni e di tutta la vita associativa in generale, l’associato è chiamato a tenere un comportamento consono ad un luogo di aggregazione sociale. Qualsiasi forma di razzismo, omofobia, intolleranza verso minoranze etniche e religiose, handicap, menomazioni fisiche o mentali, malattie, fobie della persona, e tutte le altre forme di mancanza di rispetto verso il gruppo, verranno punite con un richiamo ufficiale da parte del Presidente, fino anche all’esclusione per espulsione (stabilita dal Comitato Direttivo e spiegata mezzo lettera raccomandata o pec);
  2. Durante lo svolgersi delle attività, delle riunioni e di tutta la vita associativa in generale, l’associato è chiamato a tenere un comportamento consono ad un luogo di cultura. Qualsiasi termine dispregiativo verso una persona, verso la religione (bestemmia), verso affetti personali, verso interessi personali, verso il libero pensiero, e tutte le altre forme di mancanza di rispetto verso le persone, verrà punito con un richiamo ufficiale da parte del Presidente, fino anche all’esclusione per espulsione (stabilita dal Comitato Direttivo e spiegata mezzo lettera raccomandata o pec);
  3. Durante lo svolgersi delle attività, delle riunioni e di tutta la vita associativa in generale, l’associato è chiamato a tenere un comportamento dignitoso e rispettabile per un luogo pubblico ed istituzionale. Qualsiasi nudità delle parti intime, atto osceno, riferimento esplicito (in malafede), pornografia, verrà punito con un richiamo ufficiale del Presidente, fino anche all’esclusione per espulsione (stabilita dal Comitato Direttivo mezzo lettera raccomandata o pec);
  4. Durante lo svolgersi delle attività, delle riunioni e di tutta la vita associativa in generale, l’associato è fatto monito di evitare illazioni e calunnie nei confronti degli altri associati. Ogni diatriba, che non trovi la sua naturale conclusione nel tranquillo dialogo tra gli interessati, dovrà essere riportata ai membri del Comitato Direttivo, i quali, per legge, troveranno la soluzione migliore per il proseguo dell’Associazione (il tutto spiegato mezzo lettera raccomandata o pec);
  5. Durante lo svolgersi delle attività, delle riunioni e di tutta la vita associativa, l’associato è tenuto al comportamento in buonafede come il buon padre di famiglia, ad un comportamento maturo e responsabile, ad una presenza dignitosa, alla voglia di stare insieme;
  6. Durante lo svolgersi delle attività, delle riunioni e di tutta la vita associativa, l’associato che viene richiamato dai responsabili del Comitato Direttivo, deve accettare il richiamo in maniera insindacabile. Potrà poi far pervenire le proprie ragioni al Presidente, il quale, a sua discrezione ed in virtù del suo ruolo, deciderà il da farsi;
  7. Violazioni di proprietà, infrazioni e reati, verranno affrontati non solo con una consona multa associativa in risarcimento (stabilita durante l’assemblea annuale dei soci) e con un richiamo del Presidente o con l’allontanamento (il tutto spiegato mezzo lettera raccomandata o pec), ma anche con un intervento secondo la legge vigente interessata (come una denuncia o una querela);
  8. Per ogni altro disagio, il Comitato Direttivo si arroga il diritto di poter decidere il da farsi, secondo la legge italiana e secondo le normative statutarie (avvisando mezzo lettera raccomandata o pec);
  9. In materia di esclusione di un socio per gravi motivi, esso sarà punito con una multa associativa in risarcimento (stabilita durante l’assemblea annuale dei soci). In caso di recesso o esclusione di un socio avente una carica o un ruolo gestionale nelle attività statutarie, esso dovrà lasciare la somma di 750 euro in aggiunta alla somma pari al costo di ogni evento che lo avrebbe riguardato per i tempi stabiliti nel progetto. Tale somma sarà a risarcimento e copertura della sua mancanza;
  10. Durante la vita associativa è fatto obbligo, ad ogni associato o ospite, di osservare in modo perpetuo questo regolamento interno e di sottostare insindacabilmente a quanto esprime (in virtù della democraticità che esso rappresenta).